Articoli della categoria ‘Senza categoria’

16 dicembre

scritto da Don Gualberto il 16-Dic-2018

Oggi comincia la Novena. Ci prepariamo al Natale con allegria e un pizzico di fede, perché Gesù rende più belle le nostre giornate: chi non ci prova non lo immagina nemmeno! In questi giorni guarderemo al Presepe, che spero ognuno di voi abbia già fatto, mentre io lo sto ancora facendo a s. Amanzio e vorrei metterci quest’anno certi personaggi (li posso chiamare così?) alcuni che non mancano mai e altri un po’ diversi dal solito.

TI RICORDO DI PRENDERE CARTA E PENNA E DI PRENDERE NOTA DEL CODICE DI OGGI CHE TROVI NELLA PAGINA HOME DI QUESTO SITO

Il bue del presepio, paziente e buono

Oggi dunque parleremo del bue, un ospite classico della grotta di Betlemme e dei nostri presepi: si riconosce ovviamente dalle corna. Lui non se la prende se lo chiamano “cornuto”, è un tipo tranquillo, mastica e rimastica l’erba che ha mangiato e con il suo respiro riscalda un po’ il clima della grotta nella notte fredda. Il profeta Isaia dice che il bue, insieme all’asinello, è capace di riconoscere la mangiatoia del suo padrone; è come se sapesse qual è il suo posto e ci torna volentieri.

Dal bue impariamo che c’è anche per noi una mangiatoia, il nostro posto a tavola, e non parlo di quello in cucina ma della Chiesa dove Gesù è presente e diventa nostro cibo. Solo che non sempre ci ricordiamo del nostro posto e del nostro Signore Gesù.

Dal bue impariamo anche la bontà e la pazienza che dovremo usare in questi giorni in cui la famiglia è un po’ sotto pressione: pazienza con i genitori, con i nonni, con i fratelli e le sorelle.

Ora seguite il prossimo link del sito che è quello di un canto.

MARIA, PORTA DELL’AVVENTO – YouTube

Ci rivediamo domani e non dimenticare di risolvere l’indovinello e di inviare la soluzione, insieme al codice e al tuo nome, tramite lo spazio messaggi che trovi infondo alla pagina.

Ciao. Vi benedico nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

INDOVINELLO DEL 16 DICEMBRE

L’INDECISO
(il titolo non fa parte dell’indovinello)
Dove va uno quando se ne va?

18 dicembre

scritto da Don Gualberto il 15-Dic-2018

Ciao. Siamo a tre, terzo giorno della Novena, 18 dicembre. Stamattina sono andato a cercare un po’ di muschio per coprire il molto spazio che ho sul tavolo del presepio. E la passeggiata che ho fatto nel bosco e poi sul campo del monastero mi ha fatto venire in mente un altro animale sempre presente nei presepi di tutto il mondo; a dire la verità non è uno solo, ma molti anzi molte…

TI RICORDO DI PRENDERE CARTA E PENNA E DI PRENDERE NOTA DEL CODICE DI OGGI QUANDO CHE TROVERAI SU QUESTO SITO
ALLA PAGINA CHE PARLA DEL PARROCO

Visualizza immagine di origine

Sono proprio loro, le pecorelle: quando sono adulte non sono una bellezza, hanno di solito la lana sporca e puzzolente, ma i piccoli, gli agnellini sono davvero un amore, ti viene voglia sempre di abbracciarli e coccolarli. Nel mio presepe ci saranno molte pecorelle, ma ce n’è una che non sta con le altre ma ce l’ha il pastore sulle spalle, forse perché era piccola, forse era stanca, forse si era perduta. Il profeta Isaia aveva detto proprio così: Il pastore porterà gli agnellini sul petto e guiderà con dolcezza le pecore madri. E’ anche quello che Gesù ha detto, nella parabola della pecorella smarrita, e lo ha anche fatto, accogliendo e perdonando tutti.

Dagli agnellini impariamo a fidarci di Gesù, appoggiandoci a Lui, lasciandoci prendere in braccio, lasciandoci trovare quando ci siamo allontanati. Oggi poi facciamo un gesto di tenerezza verso qualcuno.

Ora, come ogni giorno, seguite il prossimo link del sito che è quello di un canto.

canto Giovane Donna – YouTube

Ci rivediamo domani e non dimenticare di risolvere anche l’indovinello di oggi e di inviare la soluzione, insieme al codice e al tuo nome, tramite lo spazio messaggi che trovi infondo alla pagina.

Ciao. Vi benedico nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

INDOVINELLO DEL 18 DICEMBRE

IL NAVIGATORE
(il titolo non fa parte dell’indovinello)
Se ci fa fare un lungo giro
allora muoversi diventa pesante.

17 dicembre

scritto da Don Gualberto il 15-Dic-2018

Ciao. Secondo giorno della Novena. Avete risolto il primo indovinello? Spero non sia troppo difficile. Le risposte giuste saranno rivelate alla fine della Novena. Comunque riprendiamoci anche oggi la nostra allegria natalizia e facciamo un salto sul presepio, disastrosamente indietro, che sto preparando a s. Amanzio. Nella grotta di Betlemme che ho messo già al suo posto c’è molto spazio e insieme al bue voi sapete che c’è un altro animale, un simpaticone che tutti conoscete ed è….

TI RICORDO DI PRENDERE CARTA E PENNA E DI PRENDERE NOTA DEL CODICE DI OGGI CHE SI TROVA NELLA PAGINA DI QUESTO SITO DEDICATA AL MONASTERO DELLE CLARISSE

Visualizza immagine di origine

Sì avete indovinato: l’asinello, quello con le orecchie lunghe; dicono che sia ignorante, ma intanto è riuscito ad avere un posto d’onore nel Presepio di Gesù, e anche il suo fiato contribuisce a riscaldare l’ambiente in cui nasce il Signore. E non solo qui l’asinello è importante: il profeta Zaccaria aveva detto che il Messia sarebbe giunto a dorso di un “puledro, figlio di asina” e infatti anche Gesù entrò a Gerusalemme su un asinello che si era fatto prestare.

Diventiamo anche noi simpatici e servizievoli in questi giorni: basta con i capricci, le noie, le rispostacce, gli sbuffi: proviamo a dire sì (oppure “Eccomi” come Maria) con generosità, lasciando per un po’ spenti tutti gli schermi che ci affascinano e i pensieri “a specchio”, cioè sempre rivolti verso di sé stessi.

Ora, come ieri, seguite il prossimo link del sito che è quello di un canto.

Natale: Vieni nasci ancora – Silvia Canale (Daniele Ricci) – YouTube

Ci rivediamo domani e non dimenticare di risolvere anche l’indovinello di oggi e di inviare la soluzione, insieme al codice e al tuo nome, tramite lo spazio messaggi che trovi infondo alla pagina.

Ciao. Vi benedico nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

INDOVINELLO DEL 17 DICEMBRE

Qual è la parola che collega tutte queste parole?
GIUDICE
BUONA
ANDARE
SENSI
CUORE
RIPOSARE
OBAMA
(se riesci spiega il perché)

Catechismo 2019 – 2020

scritto da Don Gualberto il 25-Set-2018

***Il Catechismo è sospeso fino al 15 marzo***

Centro di ascolto a Vitorchiano

scritto da Don Gualberto il 11-Mar-2017

Riporto qui l’articolo proposto sul foglio settimanale (lo trovi anche qui)

Quando il re Salomone celebrò solennemente la dedicazione del tempio da lui costruito a Gerusalemme,

Anno s. Amanzio

scritto da Don Gualberto il 03-Dic-2016

Preghiera al nostro Patrono s. Amanzio

O Dio che, amando gli uomini, vuoi salvarli tutti

ESERCIZI SPIRITUALI

scritto da Don Gualberto il 27-Feb-2016

Qui trovi il foglio delle istruzioni: IstruzioniEsercizi

Questa è l’ultima meditazione:  (se vuoi scaricarla eccola: 5marzo )

Il “Campo da gioco”

scritto da Don Gualberto il 21-Set-2014

Riporto qui quanto ho scritto sul foglio settimanale del 14 settembre,

per far conoscere la posizione della Parrocchia sulla questione

del Campo da gioco situato nella sua proprietà in prossimità della Scuola:

Preghiera per noi, che Gesù sta chiamando

scritto da Don Gualberto il 10-Dic-2013

O Gesù, ti seguiremo,

Orario celebrazioni

scritto da Don Gualberto il 27-Mar-2013

Sarebbe bello ritrovarsi insieme alla comunità cristiana intorno alla mensa dell’Eucaristia ogni settimana secondo questi orari:
feriali           ore 17.00 (inv.) – 18.00 (est.) – Chiesa di s. Amanzio

sabato prefestiva ore 17.00 (inv.) – 18.00 (est.) Chiesa di s. Maria

domenica
ore 10.00 – Convento s. Antonio  – Monastero delle Trappiste (inv. 9.30) – Noviziato Dehoniano
ore 10.15 – Chiesa del Monastero delle Clarisse  (s. Messa dedicata ai bambini e alle loro famiglie)
ore 11.30 – Chiesa di s. Amanzio
ore 18.00 (inv.) 19.00 (est.)  – Noviziato Dehoniano (dal 13/1/2019 presso il Monastero delle Clarisse)

Nel mese di luglio e agosto la s. Messa delle 10.15 non viene celebrata.

Nel mese di agosto tutte le ss. Messe feriali vengono celebrate nella Chiesa di s. Maria

Nella chiesa di s. Amanzio è disponibile una piccola stanza nella quale è possibile seguire la s. Messa e nello stesso tempo accudire i bambini più vivaci. Venite, vi aspettiamo.